“Niente mi rende così felice come osservare la natura dipingere quello che vedo.”
Henri Rousseau
Bellezze paesaggistiche

della Val Calanca

La Valle Calanca

Le sue meraviglie

Attività sportive

per grandi e piccini

Geografia

La Calanca, una valle particolarmente amena del Grigioni italiano, è caratterizzata da una natura ancora pressochè intatta e da bellezze ambientali ed artistiche autentiche. Il torrente Calancasca, che la percorre tutta, ha conservato ancora la purezza e la limpidezza di sempre. I villaggi ed i piccoli agglomerati, le loro celebri e belle chiese (tra cui quelle di Santa Maria e Santa Domenica), le case borghesi e i tanto originali affreschi costituiscono una valida testimonianza di un passato vivo ed operoso. In ambito economico sono da menzionare le cave di granito situate ad Arvigo. Ciò malgrado la valle, più di tante altre, è da parecchio tempo soggetta al fenomeno dello spopolamento che sta da tempo modificando radicalmente il tessuto economico-sociale.

 

Cenni storici e culturali

Gli interessati alle origini della Valle Calanca possono scaricare un documento che illustra la storia di questa regione dalla preistoria all'epoca moderna.
Cenni storici sulla valle Calanca (pdf)

 

Popolazione

La Calanca non si sottrae al fenomeno dello spopolamento, conosciuto in tutte le valli dell’arco alpino: già da parecchi anni diverse case di abitazione si presentano vuote e abbandonate e la vita e le attività nella valle sembrano assottigliarsi sempre di più. A parte la pratica dell’agricoltura, che a causa dei grossissimi sacrifici necessari viene sempre meno esercitata, gli unici impieghi (e quindi le sole fonti economiche) che la valle può offrire ai suoi abitanti sono la pietra, il legno ed il turismo. Di conseguenza specialmente i giovani sono obbligati a spostarsi nelle zone urbane, dove oltre all’occupazione, possono approfittare di tutte le moderne possibilità di svago. Questi fatti spiegano perché la maggior parte dei residenti sia oggi composta soprattutto da persone anziane.

Negli ultimi anni si nota tuttavia una leggera inversione di tendenza; alcuni giovani scelgono oggi di abitare in valle pur lavorando nelle vicina Mesolcina o in Ticino.

Se da un lato si assiste al fenomeno dello spopolamento, dall’altro vi è il crescente afflusso di turisti alla ricerca di un luogo tranquillo e pittoresco. Ciò favorisce i piccoli commerci di valle e gli artigiani (trasformazioni di cascine e costruzione di case di abitazione.